Visita alla bottega della terracotta

Visita alla bottega della terracotta

Il Maestro che abbiamo scelto per questa visita nasce a Rutigliano e già all’età di dieci anni inizia a lavorare nel laboratorio di suo padre appassionandosi a questo mestiere, acquisendo con l’esperienza abilità non comuni nella lavorazione sul tornio dell’argilla.

Suo figlio nel tempo si è appassionato al lavoro di suo padre imparando l’arte del tornio ed organizza corsi per coloro che vogliono modellare l’argilla su questo strumento. Sua sorella, dopo essersi laureata in scienze dell’educazione, si dedica alla decorazione di fischietti ed altri oggetti in terracotta, iniziando a tenere dei corsi sulla manipolazione dell’argilla per bambini in scuole ed associazioni, oltre che corsi di decoupage ed altre tecniche decorative per adulti.

Anche la moglie del maestro è coinvolta a pieno nella realizzazione dei manufatti.

A Rutigliano, un piccolo paese in provincia di Bari, fino a qualche decennio fa, c’erano molteplici botteghe artigiane (le fornaci), per la produzione di vasellame da cucina in terracotta, i famosi tegami e pignatte, tant’è che una delle vie di questo piccolo paese è intitolata via figuli. Il figulo è colui che lavora e forgia la terracotta sul tornio. Oggi a Rutigliano è rimasta un’unica fornace, quella del Maestro che abbiamo scelto per tutti quanti Voi.

Il grande Artista è rimasto l’ultimo artigiano che realizza terrecotte da cucina. Nella sua bottega, che un tempo apparteneva a suo padre e che un giorno si spera appartenga ai suoi figli, ha passato gran parte della sua vita: è sin da quando aveva dieci anni infatti che con passione trascorre le sue giornate plasmando la terracotta. Le sue mani hanno dato forma a milioni di tegami speciali per cucinare sughi, legumi, timballi, verdure, che conservano intatto tutto il loro sapore, a differenza dei moderni tegami in acciaio. I suoi prodotti vengono comprati dai migliori ristoratori della Puglia e dalla gente che ama la cucina ed i sapori di una volta.

Nel corso del tempo, grazie all’aiuto dei suoi figli e di sua moglie, ha anche coltivato la passione per la realizzazione e decorazione dei famosi fischietti in terracotta, un tempo utilizzati per radunare il gregge, richiamare le prede, scacciare gli spiriti maligni e persino per inviare messaggi in codice alla fidanzata. I fischietti in terracotta sono oggi semplicemente un oggetto da collezione e l’eredità di una cultura antica. Nelle più svariate forme, combinando arte, gioco, magia, umorismo e satira, possono essere ammirati ed acquistati, oltre che nel suo negozio, alla fiera del fischietto che si tiene a Rutigliano, il 17 gennaio di ogni anno.

Dettagli

🌎Mappa

📖Descrizione

La lavorazione delle terrecotte è rimasta la stessa di sempre. L’argilla, detta comunemente creta, è un materiale formatosi nel corso di milioni di anni dalla decomposizione di rocce minerali, infatti la si trova scavando direttamente nelle campagne limitrofe a Rutigliano; la si porta in laboratorio e, dopo averla fatta seccare, la si impasta con l’acqua creando un impasto modellabile.

Questo impasto, forgiato sul tornio, dà origine ai tegami, pignatte, piatti, bicchieri, coppette, salvadanai, vasi e tutto ciò che è rotondo. I tegami da cucina, una volta realizzati, vengono fatti asciugare, disposti i manici, regolato il fondo ed infine vengono fatti essiccare e cotti una prima volta a 800 gradi nella nostra secolare fornace (alimentata con bucce di mandorle), in cui accumuliamo circa 3500 pezzi per volta.

Dopo la prima cottura i tegami e le pignatte (detti biscotti) vengono spolverati e smaltati uno alla volta ed infine vengono cotti nuovamente in un forno a gas alla temperatura di 940 gradi. Al termine di tale ultima cottura il prodotto è pronto per essere venduto.

💳Fares

Costo per ogni partecipante €10,00.

Il trasferimento presso le location che saranno visitate non è incluso nella tariffa. Si prega di specificare se si richiede anche tale servizio.

  • Share on Tumblr

Prenota subito!

2016 © Scouting Puglia | C.F. 93444380724 - Webdesign LIVE Concept