Panzerotto

Uno dei piatti più quotati ed invidiati della cucina barese, i panzerotti sono un’autentica ghiottoneria. Dalle semplici riunioni in famiglia o tra amici alle vigilie delle feste religiose o a qualsiasi altra ricorrenza, la panzerottata per i baresi è un ‘must’. Che siano con mozzarella e pomodoro, con la ‘ricotta ascuand’ o con la carne, basta che siano panzerotti. La preparazione richiede tempo ed organizzazione, oltre ad una dose di buona volontà per affrontare la fase “frittura”, ma a lavoro finito gli sforzi sono ben ripagati dalla gioia del palato. I panzerotti hanno un’antica tradizione popolare: ogni famiglia ha la sua ricetta  tramandata di generazione in generazione e tutte le bimbe baresi hanno “assistito” le nonne, le mamme e le zie nelle lunghe fasi della loro preparazione.

panzerotto
Preparazione:
  • Sul piano di lavoro fate una fontana con la farina ed al centro inseriteci il lievito di birra, un pizzico di sale ed un pizzico di zucchero, poi aggiungete un bicchiere di acqua riscaldata sul fornello. Lavorate l’impasto per circa 10 minuti fino a formare un panetto e mettetelo a riposare in una ciotola coperta per circa 60 minuti;
  • Nel frattempo mettete a soffriggere sul fuoco la carne trita di vitello e maiale, aggiungendoci un pizzico di sale, del pomodoro e, per amalgamarla meglio e renderla ancora più saporita, aggiungeteci del formaggio grana grattugiato; per chi la gradisce speziata vi è la possibilità di aggiungere alla carne trita anche un pizzico di pepe;
  • Ora prendete l’impasto, dividetelo in piccole palline e stendetelo, utilizzate la carne trita di maiale e vitello che avete cotto e mettetela sulle palline stese aggiungendo le fette di mozzarella ed il pomodoro. Adesso richiudete bene le palline dell’impasto aiutandovi con una forchetta affinché non fuoriesca nulla, infine metteteli a friggere in dell’abbondante olio bollente a fuoco lento.
2016 © Scouting Puglia | C.F. 93444380724 - Webdesign LIVE Concept